DONAZIONE CORPO POST-MORTEM: IL 3 OTTOBRE PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA DI LEGGE

MILANO – Verrà presentata giovedì 3 ottobre 2013 dalle ore 15 presso la Sala Gonfalone del Palazzo della Regione Lombardia in Via Fabio Filzi 22 a Milano la Proposta di Legge Regionale per la Ricerca Scientifica e la Didattica su iniziativa dell’AIBC (Associazione Italiana di Bioetica in Chirurgia) con il patrocinio della Regione Lombardia. Presiederà l’incontro l’onorevole Fabio Rizzi, Presidente Commissione III Regione Lombardia Sanità e Politiche Sociali – Direttore Federale Dipartimento Welfare e Salute. Parteciperanno tra gli altri: Mario Mantovani (Ass. Sanità Reg. Lombardia), Giacomo Marramao (Docente di Filosofia Roma III), Gianluca Umani Ronchi (membro Comitato Nazionale di Bioetica), Gonzalo Miranda (Preside Facoltà di Bioetica Università Regina Apostolorum Roma), Marco Crimi (Research Program Manager – Fondazione Telethon), Alì Abu Shwaima. La proposta di legge verrà presentata da Ranieri De Maria dell’Aibc. Modererà il convegno Daniele Maggiore, Presidente dell’Aibc. “In quella circostanza presenteremo dunque la proposta di legge per l’uso dei cadaveri post mortem e la loro messa a disposizione per fini di ricerca”. Spiega il Prof. Daniele Maggiore, Presidente dell’AIBC. “Pur mantenendo l’importanza dell’atto di donazione, non ancora ben compreso in Italia, differentemente da altri Paesi Europei – prosegue Maggiore – è basilare far comprendere pochi punti dirimenti e cioè che il paziente, e solo il paziente, è libero di scegliere di donare il corpo per didattica e ricerca scientifica; i Centri universitari scelti e presenti in un elenco ufficiale, devono gestire in maniera trasparente e responsabile, a proprie spese, la presa in carico del corpo post mortem e la riconsegna secondo gli atti didattici e/o di ricerca scientifica che il paziente dichiara pre mortem. Nulla deve osteggiare le ritualità funebri che il paziente deve avere dopo pochi giorni dal decesso”. “Sono pochi punti – aggiunge il Presidente dell’AIBC – ma per noi addetti al settore, fondamentali per fare un’ ottima didattica ed un’ ottima ricerca scientifica. Senza di questi continueremmo a tenere il tema in un limbo senza una chiara presa di posizione”.
Il Meeting verrà radiodiffuso in streaming su www.bamradio.it