San Camillo, Maggiore (AIBC): “Bioetica è laica, inopportuno chiamarla in causa”

“Non si può chiamare in causa la Bioetica per motivi prettamente cattolici”. Lo afferma Daniele Maggiore, presidente dell’AIBC (Associazione Italiana di Bioetica in Chirurgia), commentando la vicenda del Concorso di Ginecologo bandito dall’ospedale San Camillo di Roma e dalla Regione Lazio.
“Il richiamo alla Bioetica da parte del presidente dell’Ordine dei Medici di Roma è inopportuno – spiega Maggiore – perché il fatto di scegliere ginecologi obiettori o non obiettori è una scelta personale che deve essere discussa a livello politico; non si può ridurre la vicenda all’affermazione secondo cui chi è obiettore è persona bioetica e chi non è obiettore non lo è”.

AIBC_casonola

Caso Ospedale di Nola. AIBC: «Prodotto di malgestione sanitaria»

Caso Ospedale “Santa Maria della Pietà di Nola” (NA)
L’AIBC: «Non è un problema medico, ma di malgestione sanitaria»

In merito ai fatti successi preso l’Ospedale Santa Maria della Pietà a Nola, in provincia di Napoli, l’ AIBC, Associazione Italiana di Bioetica in Chirurgia, segnala che la Bioetica esiste in tutto ciò che tratta la salute, quindi anche nella gestione.

Diceva nel nostro ultimo incontro alla Camera dei Deputati il 16 Novembre 2016 il Prof. Pelissero, Presidente dell’ Ospedale San Raffaele, che la “gestione di un sistema sanitario, la gestione di una ASL, la gestione di un ospedale è anch’essa Bioetica”.
Dunque è sulla gestione dei sistemi sanitari che vanno puntati i riflettori, poiché i medici, proprio perché sono dei professionisti e devono curare i pazienti, lo devono fare nelle modalità giuste per il paziente, che in casi di urgenza può essere effettuato anche per terra.

E’ la struttura che deve metterli nelle giuste e adeguate possibilità di lavorare bene. Dunque bisogna riflettere bene sui tagli dei costi che, è vero che devono essere fatti, ma devono essere fatti da persone che sanno di economia sanitaria, con una giusta “ratio”. Questo è il prodotto di una malgestione sanitaria e non un problema medico.

Per finire, per essere propositivi, il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, deve potenziare gli economisti che possano gestire meglio la sanità nella Regione da lui presieduta.

Prof. D. Maggiore
Presidente AIBC

AIBC – www.aibc.it
Via Amedeo D’Aosta 6, 20129 Milano
Tel. +39 0236527870
Fax: +39 0236527871
info@aibc.it
Ufficio Stampa: 328/5349507

Diretta streaming BAM radio – Convegno di Bioetica

Il 16 Novembre la BAM Radio trasmetterà in diretta streaming il Convegno di Bioetica del 16 Novembre 2016 – Roma Camera dei Deputati-

La registrazione del convegno sarà inoltre trasmessa il Giovedì 17 Novembre dalle 15:00 in poi sempre su  Bam Radio

Bam Radio will broadcast streaming the meeting on Bioethic that will take place in Roma at the Camera dei Deputati on the 16th of November.

The recording of the event will be bradcasted the next day (17th of november from 3 pm)

 

III Corso Bioetica Chirurgica AIBC

280_0_4486863_605891Si è terrà a Roma il III Corso di Bioetica in Chirurgia con una serie di studiosi, bioeticisti, filosofi, sociologi, chirurghi che hanno presentato lo stato aggiornato della Bioetica applicata alla medicina e soprattutto alla chirurgia.

Corso dedicato a Medici, studenti in medicina, Specializzandi in scienze mediche, infermieri, filosofi, bioeticisti. 

Il corso è inserito nel Piano Formativo anno 2014 AIM Education – Provider nr. 93 (www.aimeducation.it) ed è stato accreditato presso la Commissione Nazionale per la Formazione Continua con Obiettivo Formativo di sistema: ARGOMENTI DI CARATTERE GENERALE: INFORMATICA E LINGUA INGLESE SCIENTIFICA DI LIVELLO AVANZATO. NORMATIVA IN MATERIA SANITARIA: I PRINCIPI ETICI E CIVILI DEL SSN per un numero massimo di 20 partecipanti. Oltre tale numero non sarà possibile rilasciare i crediti formativi.

Si precisa che i crediti verranno erogati a fronte di una partecipazione del 100% ai lavori scientifici e del superamento della prova di apprendimento
con almeno il 75% delle risposte corrette.

DOWNLOAD

I NUOVI CORSI 2014

280_0_4419594_605891L’ AIBC in pochi anni ha compiuto passi importanti nel portare la Bioetica, ad una importante visibilità a livello del sistema sanitario italiano. Siamo contenti di riuscire a poter formare medici che possano avere sempre di più una valenza bioetica nella propria arte ippocratica.
 Per questo vi comunichiamo i due prossimi appuntamenti a cui speriamo vogliate e possiate partecipare.
III CORSO DI ° BIOETICA CHIRURGICA
14 Ottobre 2014 – ore 8.30 -17.00
nell’ambito del 116º Congresso Nazionale SIC
Palazzo dei Congressi – ROMA
MASTER DI BIOETICA E BIODIRITTO
PER LA RICERCA CLINICA
Novembre 2014 / Giugno 2015
Master primo livello
Dipartimento dei Sistemi Giuridici – Università Bicocca
in collaborazione con AIBC

II CORSO di BIOETICA in CHIRURGIA

140_0_4043525_605891Policlinico Tor Vergata – Roma 22-23 Novembre 2013

Si è tenuto a Roma il II Corso di Bioetica in Chirurgia con una serie di studiosi, bioeticisti, filosofi, sociologi, chirurghi che hanno presentato lo stato aggiornato della Bioetica applicata alla medicina e soprattutto alla chirurgia.
Corso dedicato a Medici, studenti in medicina, Specializzandi in scienze mediche, infermieri, filosofi, bioeticisti. ECM confermato con il punteggio di 11.7

SANITA': RIZZI, PUNTO A DONAZIONE CORPO DOPO MORTE IN TESTO RIFORMA LOMBARDA

DALL’ADNKRONOS

Milano, 3 ott. (Adnkronos Salute) – Donare il proprio corpo dopo la morte e metterlo a disposizione degli scienziati per contribuire concretamente all’avanzamento della ricerca e alla formazione delle nuove leve della medicina. Una speciale forma di ‘beneficenza’ che la Lombardia medita di disciplinare. Una novita’ che potrebbe trovare spazio anche nella riforma sanitaria regionale. “Avevo gia’ presentato in Senato disegno di legge sulla donazione del corpo post mortem per finalita’ scientifiche. L’associazione italiana di bioetica in chirurgia mi ha sottoposto l’ipotesi di un disegno di legge regionale”, spiega all’Adnkronos Salute il consigliere regionale Fabio Rizzi, presidente della Commissione Sanita’ del Consiglio regionale lombardo.

“Tentero’ – aggiunge – di far si’ che questo disegno di legge,tradotto in un unico articolo, venga inserito direttamente nella revisione del sistema sanitario regionale che andremo prossimamente a discutere. E spero che venga favorevolmente accolto dal Consiglio e votato come parte integrante della legge stessa”. Ma si valutano anche strumenti legislativi alternativi, come la presentazione del disegno di legge ad hoc.

Il tema della donazione del corpo post mortem e’ stato al centro di un meeting promosso oggi al Pirellone dall’Aibc, in cui e’ stato presentato il testo di un’eventuale proposta di legge messo a punto dall’associazione. “Pur mantenendo l’importanza dell’atto di donazione, non ancora ben compreso in Italia, differentemente da altri Paesi europei – ha spiegato nei giorni scorsi il presidente dell’Aibc Daniele Maggiore – e’ basilare far comprendere pochi punti dirimenti e cioe’ che il paziente, e solo il paziente, e’ libero di scegliere di donare il corpo per didattica e ricerca scientifica; i centri universitari scelti e presenti in un elenco ufficiale devono gestire in maniera trasparente e responsabile, a proprie spese, la presa in carico del corpo post mortem e la riconsegna secondo gli atti didattici e/o di ricerca scientifica che il paziente dichiara premortem; nulla deve osteggiare le ritualita’ funebri che il paziente deve avere dopo pochi giorni dal decesso”.

(Lus/Ct/Adnkronos)
03-OTT-13 20:06